Sei in: Home » Dirigenti » Cari dirigenti, il vostro compito è rompere l’inerzia

Cari dirigenti, il vostro compito è rompere l’inerzia

thumbsupAl Nord come Sud, nei piccoli paesi come nelle grandi città, alla scuola dell’infanzia come al liceo, ci sono scuole che stanno guidando la rivoluzione della didattica. Indire le ha riunite nella rete “Avanguardie Educative” per “modellizzare” le loro esperienze. Un’analisi di Giovanni Biondi in vista del Forum Nazionale Scuole Aperte del prossimo 16 giugno

di Sara De Carli, da VITA dell’11 giugno 2014. Per leggere l’articolo clicca qui

 

Commento: Giovanni Biondi, leader dell’INDIRE dichiara:

Bisogna completare il disegno dell’autonomia scolastica. Un organismo è autonomo e non periferico quando – lo dice l’Unione europea – ha tre componenti: la gestione del personale, e quindi recluta e paga il personale; quando è proprietario dell’immobile che usa; quando ha autonomia di governance. Le Università hanno tutti i tre elementi e infatti sono autonome. Le scuole non ne hanno nessuno e checché se ne dica, quindi, non sono autonome: sono ancora organismi periferici dello Stato ” 

Cioè bisogna attuare la nostra proposta

Redazione
Visita il sito dell'autore

Cambiamo la scuola con l'autonomia democratica

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 − tre =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>