Sei in: Home » Insegnanti » Un’altra maestra violenta. E il sistema scolastico è impotente.

Un’altra maestra violenta. E il sistema scolastico è impotente.


Un altro video, girato dai Carabinieri, mostra un’insegnante violenta. Non vorremmo continuare a mostrarvi questo tipo di immagini, ma queste cose continuano a succedere e, ogni volta, i dirigenti scolastici sono impotenti a intervenire. Per fortuna, in caso di reati in corso, almeno, possono agire le Forze dell’Ordine. Se i reati sono nel passato, come nel caso di un condannato per pedofilia assunto come professore alle medie, le cose sono ancora più complicate.
Si intrecciano diversi problemi. Prima di tutto, gli insegnanti sono reclutati senza nessuna verifica della loro salute mentale, al contrario di quanto succede, per esempio, per gli operatori delle Forze dell’Ordine.Inoltre, i dirigenti scolastici, oltre a non poter selezionare direttamente il personale, hanno molta difficoltà a liberarsi degli insegnanti con precedenti penali specifici, figurarsi di quelli che, semplicemente, non insegnano o non educano.
E’ chiaro che il reclutamento diretto dei docenti, con contratti di diritto privato, come noi proponiamo, non è la panacea, ma almeno permetterebbe di dare un’occhiata alla fedina penale prima di assumere una persona e di allontanarla più facilmente se non fa il proprio lavoro. Sarebbe meglio anche per gli insegnanti onesti e competenti: immaginate come dev’essere entrare in una classe di bambini traumatizzati da un collega?

Redazione
Visita il sito dell'autore

Cambiamo la scuola con l'autonomia democratica

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sette − 6 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>