Sei in: Home » Senza categoria » Il Tar dà ragione a un’allieva bocciata per matematica e fisica

Il Tar dà ragione a un’allieva bocciata per matematica e fisica

thumbsdownLa ragazza non aveva un numero di voti sufficiente per essere giudicata

Da: La stampa del 25 gennaio 2014  Per leggere l’articolo clicca qui

Commento: Chiunque abbia ragione l’episodio segnala una grave malattia del sistema. Questo e molti episodi analoghi che non arrivano al TAR ( anche perché un ricorso al TAR  costa parecchio) sono alla base della disaffezione di molti studenti e della scarsa stima di cui gode il lavoro di insegnante. La genesi sta nel valore legale del titolo di studio e nella mancanza di autonomia delle scuole. Il valore legale del titolo di studio fa si che ciò che conta sia il “pezzo di carta” e non quanto si impara. La mancanza di autonomia fa si che  non sia possibile costruire un ambiente collaborativo fra tutte le componenti della scuola: insegnanti, studenti e genitori. Oltre all’abolizione del valore legale del titolo di studio occorre trasformare le scuole statali in scuole statali autonome secondo la NOSTRA PROPOSTA in cui i genitori sono coinvolti a livello decisionale e chi dirige la scuola è in grado di intervenire direttamente sull’organizzazione della didattica

Redazione
Visita il sito dell'autore

Cambiamo la scuola con l'autonomia democratica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


+ 6 = otto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.