Sei in: Home » Senza categoria » Pulizie nelle scuole, nessun accordo «Se non cambia il 6 febbraio si sciopera»

Pulizie nelle scuole, nessun accordo «Se non cambia il 6 febbraio si sciopera»

thumbsdownManutencoop attende le richieste delle scuole, che non arrivano. La Uil: «Allora qualcuno costringa i presidi». L’ufficio regionale chiede una relazione

Da: Il Corriere della Sera del 22 gennaio 2014  Per leggere l’articolo clicca qui

Commento: Troppi cani sull’osso! Ministero, sindacati, presidi, Uffici regionali, cooperativa con centinaia di dipendenti, Consip. E’ uno specchio della situazione dell’attuale scuola statale italiana. Se questa è la situazione delle pulizie figuriamoci quella dell’educazione e della didattica. Il problema è che questi ultimi disastri non si vedono facilmente come la sporcizia di bagni, aule e corridoi anche se ci sono (vandalismo, bullismo, droga ecc.). La soluzione sta nella trasformazione delle scuole statali in scuole statali autonome secondo la NOSTRA PROPOSTA. Un Consiglio di Amministrazione eletto dai genitori non lascerebbe degradare la situazione delle pulizie in questo modo e si occuperebbe anche del core business della scuola cioè di educazione e didattica.

Redazione
Visita il sito dell'autore

Cambiamo la scuola con l'autonomia democratica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


3 − = due

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.